Questo sito utilizza i cookies per agevolare e migliorare la navigazione. Non vengono registrati dati sensibili e personali del visitatore

PSICOLOGO DONNA
anna

Indennità di maternità ENPAP: per il part time integrazione al minimo

imagesLa questione del concorso con l'indennità a carico dell'INPS.

Una questione inerente l'indennità di maternità per le libere professioniste, che può sovente presentarsi nella pratica, è quella che concerne il concorso con l'indennità a carico dell'INPS in relazione ad eventuali contestuali attività lavorative diverse svolte dalla professionista richiedente. Questa condizione è tutt'altro che infrequente per le psicologhe che spesso hanno in essere, contemporaneamente all'attività libero professionale, un contratto (anche di poche ore) che prevede il versamento di oneri all'INPS.

Nel passato queste colleghe sono state penalizzate in quanto hanno percepito l'indennità sulla base di quanto percepito come dipendenti e non sul loro reddito complessivo.

In attesa che il Legislatore introduca una interpretazione maggiormente orientata costituzionalmente che veda la concorrenza dei due Enti nel pagamento dell'Assegno in modo che la precarizzazione e la frammentazione degli incarichi lavorativi non sia pagata dalla donna in una fase così delicata delle propria vita, ENPAP, nella presente consigliatura, ha cercato di rimediare a questa penalizzazione di una parte delle iscritte.

Dal 2012 nel caso in cui l´iscritta svolga un´attività di lavoro dipendente part-time, a fronte della quale abbia titolo a un´indennità per il periodo di astensione obbligatoria inferiore all´importo minimo garantito dall´Ente (per il 2012 pari a € 4.752,80 al lordo della ritenuta d´acconto -20%), l´ENPAP, su domanda, provvede ad integrare l´indennità già spettante in qualità di dipendente part-time, fino al minimo predetto.

 

La domanda di indennità di maternità deve essere presentata non prima del compimento del 6 mese e non oltre il 180° giorno dall'evento.

 L'importo per la libero professionista "pura" viene calcolato per legge sul reddito del secondo anno precedente  moltiplicato per 80% diviso per 12 e moltiplicato per 5.

 

Nel caso delle neoiscritte l´indennità viene erogata in misura corrispondente al minimale previsto dalla legge (per il 2012 pari a € 4.752,80 al lordo della ritenuta d´acconto -20%). L'importo negli altri casi non potrà superare 5 volte il minimale.

 

L'indennità di maternità in generale ha tempi medi massimi di erogazione di 3 mesi dalla ricezione della domanda. Eventuali eccezioni dipendono dalle eventuali carenze della domanda originariamente presentata.

Suggerito da Google