Questo sito utilizza i cookies per agevolare e migliorare la navigazione. Non vengono registrati dati sensibili e personali del visitatore

anna

Torna il “bonus psicologo”: bocciato in manovra si punta a inserirlo in nuovo decreto

pexels shvets production 7176029La pandemia ha messo a dura prova la salute mentale degli italiani rendendo sempre più urgente garantire l’accesso a tutti alle terapie psicologiche. L’ultimo tentativo di introdurre nella legge di Bilancio il cosiddetto “bonus psicologo”, un contributo per sostenere le spese iniziali di un percorso di terapia per chi ha difficoltà economiche, è stato bocciato seppur sostenuto da un ampio numero di parlamentari appartenenti a schieramenti politici trasversali. Una bocciatura che ha attirato parecchie critiche e sollevato molte proteste online anche perché in manovra sono previsti altri bonus meno importanti, da quello per la tv a quello per i rubinetti. leggi tutto

Il benessere psicologico è più complicato di un bonus

bonus

Il benessere psicologico e la salute mentale sono un’emergenza. Il sistema sanitario italiano non è in grado di accogliere le tantissime richieste di supporto e aiuto che arrivano dai giovanissimi. “Siamo estremamente carenti,” sottolinea Davide Baventore, vicepresidente dell’Ordine degli psicologi lombardo. Raccontiamo la storia di Roberta, una studentessa che ha provato a chiedere aiuto tra mille difficoltà. leggi tutto

 

The submarine 10 gennaio 2022

Addio al bonus psicologo, la denuncia di Cancrini: «Emergenza segnalata mesi fa al governo, nessuno ha mai risposto» – L’intervista

images«Sono disgustato e la notizia mi fa veramente male». Il professor Luigi Cancrini, psicoterapeuta e psichiatra, ideatore del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale, una delle più importanti scuole di psicoterapia in Italia, accoglie pazienti da 60 anni. Il perché della bocciatura al bonus psicologo da parte della Camera nell’ultima legge di bilancio non se la spiega proprio o forse sì. «Tutto questo si giustifica solo con una profonda ignoranza da parte dei nostri amministratori e della nostra classe politica» leggi il seguito

Roccarainola.net 5 gennaio 2022

Ecm. Se non si è in regola con almeno il 70% del credito formativo triennale niente assicurazione per rischio professionale

front1349183La Commissione Bilancio e Tesoro della Camera ha approvato ieri un emendamento al decreto legge per l’attuazione del Pnrr che prevede che l’efficacia delle polizze assicurative per il rischio professionale è condizionata all'assolvimento in misura non inferiore al 70 per cento dell'obbligo formativo individuale dell'ultimo triennio utile in materia di formazione continua in medicina. leggi tutto

Autoformazione ECM. Cos'è e come richiederla

AUTOFORMAZIONE ECM 2Forse non tutti sanno che dal triennio 2017/2019 tutti i professionisti sanitari possono richiedere crediti ECM per autoformazione (non più solo i liberi professionisti). I crediti, infatti, possono essere ottenuti non solo attraverso corsi di formazione, ma anche attraverso la lettura di riviste o articoli scientifici e libri (o capitoli di libri). Il riconoscimento del valore formativo degli studi che vengono portati avanti in autonomia è proprio quello che si intende per autoformazione! leggi

Suggerito da Google