ENPAP

Obbligo di fattura elettronica dal 6 giugno

thCome già anticipato su questo blog dal 6 giugno entra in vigore l'obbligo di fatturazione elettronica verso la pubblica amministrazione e in particolare verso ii Ministeri (es Sistema giudiziario, Tribunali, Scuole...), l'Agenzie delle Entrate, gli Enti di previdenza (tra cui ENPAP). Si tratta di un sistema di fatturazione con caratteristiche tecniche peculiari. I professionisti che hanno in essere rapporti di lavoro e devono emettere fatture verso tali soggetti possono accedere al sito del Governo per avere maggiori informazioni qui

Gli investimenti delle Casse dei professionisti ancora sotto esame

11494 m13 maggio-La Commissione parlamentare di controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ha convocato per domani a Palazzo San Macuto i rappresentanti dell’Inpgi (giornalisti) e della Cnpr (ragionieri). Prossima settimana sarà il turno dell’Enpam (medici). I tre enti sono stati coinvolti la scorsa settimana (come «parti lese», si difendono gli interessati) nella vicenda Sopaf, la holding di partecipazione finanziaria finita nel mirino della Guardia di Finanza per aver distratto, è questa l’accusa delle fiamme gialle, oltre 100 milioni di euro. continua..

 

Arresto Magnoni e casse previdenza, Fnsi l’alternativa chiede dimissioni Camporese

AndreaCamporese-300x264Fnsi l'alternativa torna alla carica sulle "spericolate operazioni tra fondi immobiliari" del presidente dell'Inpgi, ricordando anche l'opacità degli accordi coi Nattino

“Siamo stati facili profeti, purtroppo: i nodi delle spericolate operazioni tra fondi immobiliari del presidente Andrea Camporese stanno venendo al pettine. Siamo garantisti a 360 gradi. Non possiamo tuttavia non notare l’assordante silenzio di Camporese, dopo la perquisizione negli uffici dell’Inpgi e nella sua abitazione, così come è avvenuto per il presidente della Cassa di previdenza dei ragionieri Paolo Saltarelli, in merito alle vicende della bancarotta della finanziaria Sopaf e all’arresto dei fratelli Magnoni. Riteniamo un atto dovuto le dimissioni di Camporese continua..

Renzi intende trasferire le competenze della Covip alla Banca d’Italia

Renzi“Settembre andiamo, è tempo di migrare” , è l’incipit della bellissima poesia di Gabriele d’Annunzio dedicata ai Pastori del suo Abruzzo; “Giugno, andiamo, è tempo di tagliare” è l’ambizioso progetto del Governo Renzi che ha annunciato la riforma della Pubblica Amministrazione che dovrebbe concretizzarsi proprio nel mese di giugno. 

Dal punto di vista procedurale è stata aperta una 'open hearing' dal 30 aprile al 30 giugno in cui è possibile inviare “considerazioni, proposte e suggerimenti all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Le linee guida: le linee guida illustrate dal Governo sono tre. In primo luogo una serie di innovazioni strutturali per quel che riguarda il capitale umano (programmazione strategica dei fabbisogni; ricambio generazionale, maggiore mobilità, mercato del lavoro della dirigenza, misurazione reale dei risultati, conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, asili nido nelle amministrazioni). 

Si prevede poi l’utilizzo di nuove tecnologie per rendere pubblici e comprensibili i dati di spesa e di processo di tutte le amministrazioni centrali e territoriali (Open Data) e per semplificare la vita del cittadini. 

Last but not least i tagli agli sprechi tenendo però presenti, precisa il Governo, chiari obiettivi di riorganizzazione. Tra i diversi punti esplicitati si citano in particolare la riorganizzazione del sistema delle Autorità indipendenti e, in maniera specifica, la soppressione della Commissione di vigilanza sui fondi pensione e la attribuzione delle funzioni alla Banca d'Italia.

Covip e vigilanza sulle Casse di previdenza

covipLe Casse di previdenza devono trasmettere* entro il 5 maggio alla Covip (Circolare 2242 del 4 aprile) le segnalazioni di vigilanza annuali con riferimento ai dati afferenti alla composizione del patrimonio e alla sua redditività e alle informazioni concernenti principalmente le caratteristiche della politica di investimento e del processo di impiego delle risorse. 

La Covip rientra infatti dal 2011 nell’ambito del sistema di vigilanza istituzionale degli Enti previdenziali privati e privatizzati. Interessante fotografia dello “stato dell’arte” è stata fornita dal Presidente Rino Tarelli in una recentissima Audizione presso la Commissione parlamentare di controllo. 

Come è articolata la rete di vigilanza: andando ad una breve disamina del come è organizzato il network di protezione va rammentato come sia previsto in primo luogo l’”occhio vigile” del collegio sindacale. I rendiconti annuali delle associazioni o fondazioni sono sottoposti poi a revisione contabile indipendente e a certificazione. 

Ulteriore step è quello del controllo istituzionale espletato da Ministero del Lavoro – Ministero dell’Economia - eventuale altra Amministrazione vigilante-Covip. I Ministeri esercitano le attività di vigilanza a carattere generale (bilanci consuntivi e preventivi con la formulazione di motivati rilievi; attività istituzionale di carattere previdenziale e gestionale). Sono soggetti ad approvazione ministeriale Statuti, Regolamenti e le relative integrazioni e modificazioni, nonché le delibere in materia di contributi e prestazioni. Può essere individuato poi un controllo di referto. continua..

Casse a confronto sul futuro

giornataprevidenzaIl futuro pensionistico dei professionisti (e non solo) passa dalla Giornata nazionale della previdenza che si terrà a Milano dal 14 al 16 maggio. Welfare e investimenti sono, quest'anno due degli argomenti principali che saranno affrontati durante l'evento. Mercoledì 14 maggio, infatti, gli enti dei periti industriali (Eppi), degli ingegneri (Inarcassa) e dei geometri (Cipag) hanno organizzato un convegno dal titolo «Le casse tecniche fanno rete». continua..

Il Tar conferma l'obbligo di accettare pagamenti Pos

imagesRespinto il ricorso degli Architetti.
Dal 30 giugno prossimo- indipendentemente dal fatturato- i professionisti dovranno adeguarsi: sopra i 30 euro, se il cliente vorrà pagare con il bancomat, non potranno rifiutarsi di accettare questa modalità di versamento. POS installati e funzionanti a partire dal 30 giugno 2014. Con l'ordinanza n. 01932 del 30 aprile 2014, il TAR del Lazio ha infatti respinto il ricorso del Consiglio Nazionale degli Architetti, mirante a sospendere l'efficacia del Decreto ministeriale 24 gennaio 2014. continua..

5x1000

SIPEM5x1000

News

Cassa Forense, agli avvocati 90 giorni per cancellarsi dall'albo

avvocatiI 50mila legali non iscritti alla Cassa Forense perché hanno un reddito inferiore ai 10.300 euro, avranno 90 giorni di tempo per cancellarsi dall'albo professionale. Altrimenti per loro scatterà l'iscrizione retroattiva a partire dal 1° gennaio 2014.Sono questi i primi effetti della pubblicazione in «Gazzetta Ufficiale» del Regolamento attuativo dell'articolo 21 della legge 247/2012 che detta le condizioni agevolate per l'iscrizione dei professionisti legali iscritti all'Albo professionale. Il nuovo regolamento obbliga infatti, anche a chi ha un reddito inferiore alla soglia di 10.300 euro, di versare alla Cassa Forense un contributo minimo soggettivo dimezzato, circa 700 euro all'anno (più 150 di contributo di maternità) nei primi sei anni; contributo che poi sale a 1.400 euro per i successivi due anni. In tutto 8 anni di regime avegolato a cui tuttavia verranno riconosciuti solo sei mesi di anzianità contributiva ai fini previdenziali. Una volta terminato il periodo agevolato gli iscritti dovranno versare alla cassa almeno 3.600 euro all’anno (2780 euro di contributo minimo soggettivo, 700 euro di contributo integrativo e 150 per la maternità).continua..

Iscriviti alla Newsletter mensile

Per ricevere la newsletter di aggiornamento mensile sui temi trattati nel sito
Privacy e Termini di Utilizzo
Per confermare l'iscrizione spuntate il pulsante per l'informativa sulla privacy dopo averla letta e poi cliccate su "Mi iscrivo"

Login al Sito

Registrati per accedere a tutte le sezioni del sito