Questo sito utilizza i cookies per agevolare e migliorare la navigazione. Non vengono registrati dati sensibili e personali del visitatore

ENPAP

Modello CU 2015 autonomi pensionati dipendenti come funziona nuovo CUD

Guida-Fisco-modello-cu-certificazione-unica-redditiIl nuovo modello CUD 2015 si chiamerà certificazione unica e sostituisce dal 2015 il vecchio modello. La novità del CU al posto del CUD e la  bozza della nuova certificazione unica redditi 2014 è stata presentata dall'Agenzia delle Entrate ai rappresentanti delle imprese e ai professionisti, preparandoli così all'avvento del nuovo modello. Tale CU, pertanto, dovrà essere rilasciato dai sostituti di imposta per la certificazione delle ritenute operate su pensionati e dipendenti e per la prima volta quelle effettuate sui lavoratori autonomi per le prestazioni di professionisti con Partita IVA e per le collaborazioni dei collaboratori a progetto e anche occasionali. continua..

Smart Milano: ecco il Civic Crowdfunding meneghino

body 2 1 milanoIl Comune dà il via libera alla realizzazione della propria piattaforma online a sostegno dell'innovazione sociale. Sul piatto 430 mila euro.

Come vi stiamo raccontando ormai da qualche tempo, lo sviluppo del modello smart city costituisce ad oggi una delle migliori strade per sostenere le sfide più impegnative del ventunesimo secolo, con riferimento non solo alle questione ambientali ed energetiche ma anche alle problematiche sociali. Il processo della globalizzazione, in maniera un po’ paradossale, sta infatti (ri)portando le città ad assumere un ruolo sempre più rilevante sotto il profilo sociale, economico e politico, tanto che il secolo in corso è già stato ribattezzato da più osservatori “il secolo urbano” o “il secolo delle città”. continua...

La Cna: il nuovo regime dei contribuenti fiscali minimi costerà 900 euro in più all'anno

img489665"Il nuovo regime dei contribuenti fiscali minimi riduce gli oneri amministrativi”, ma, nella generalità dei casi, porta “a pagare fino a 900 euro annui in più rispetto alla tassazione ordinaria, composta da Irpef, addizionali comunali e regionali, Irap".
E’ quanto sottolinea la Cna, che sollecita “un immediato intervento correttivo alla Legge di Stabilità, nella quale e' contenuta questa riforma, che interessa circa un milione di partite Iva". continua..

Legge di Stabilità 2015: più cara la previdenza per i professionisti

4295853-3d-puppet-rotto-un-martello-un-salvadanaioLa Legge di Stabilità introduce un nuovo prelievo forzoso a carico della previdenza per i professionisti e per la previdenza complementare. In particolare, le Casse professionali sono poste davanti ad un bivio: subire l'aumento al 26% della pressione fiscale o delegare al Ministero dell'Economia le proprie scelte di investimento per fruire di un credito d'imposta che tenda a mantenere l'aliquota al 20%, senza peraltro, assicurare la neutralità fiscale dell'operazione. Il tutto, in contrasto con una mozione approvata alla Camera che impegnava invece l'Esecutivo a ridurre la tassazione sul risparmio previdenziale. continua..

I nuovi minimi partono subito

img813470Dal 1° gennaio 2015 i contribuenti che intendono avviare una nuova piccola impresa o attività professionale possono accedere subito al nuovo regime dei minimi introdotto dalla Legge di stabilità 2015 direttamente al momento della richiesta di apertura della partita Iva. L’Agenzia delle entrate, con un comunicato diffuso alla vigilia di Capodanno, ha chiarito che, fino all’approvazione e pubblicazione del modello aggiornato della dichiarazione di inizio attività, per usufruire del nuovo regime semplificato basterà barrare la casella continua..

Legge di Stabilità, Enpap critica l'aumento della tassazione delle Casse di Previdenza

enpap«Con l'approvazione definitiva della Legge di Stabilità per il 2015. Nuovamente dobbiamo prendere atto che le criticità di una importante realtà produttiva del paese, i liberi professionisti, sono totalmente ignorate, per non parlare di promesse disattese». Questo il messaggio che lancia il CIG (Consiglio di Indirizzo Generale) dell'Enpap (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per Psicologi).
L'assemblea dei rappresentanti degli Psicologi liberi professionisti, il CIG dell'Enpap, riunitasi in via straordinaria nei giorni scorsi, stigmatizza continua..

Enti previdenziali da accorpare

digioiaL’accorpamento delle Casse di previdenza dei professionisti prende quota a livello politico. Non più moral suasion sui diretti interessati ma atti più concreti per arrivare allo snellimento del sistema. E’ ormai sufficientemente chiara, infatti, l’idea che i commissari della Bicamerale di controllo degli enti gestori forme di previdenza obbligatorie si sono fatti a tal riguardo. E nel 2015 il presidente dell’organo vigilante parlamentare, Lello Di Gioia, ritornerà a bussare alla porta del governo per ricordare la necessità di procedere in questo senso continua...

Suggerito da Google

5x1000

SIPEM5x1000

Suggeriti da Google

News

Modificati i criteri di determinazione del coefficiente di rivalutazione delle pensioni e così si creano altre disparità di trattamento

decrementoOgni anno il capitale versato dai lavoratori alle Casse di previdenza obbligatorie (ENPAP per gli Psicologi) dovrebbe essere rivalutato in misura pari alla variazione media quinquennale del prodotto interno lordo (PIL) nominale.  Come noto il tasso nel 2014 risulta negativo creando una situazione alquanto penalizzante per gli iscritti che, oltre a non ricevere alcuna rivalutazione, hanno rischiato di dover versare una cifra aggiuntiva. Per ovviare a questo paradosso lo Stato attraverso il decreto legge 21 maggio 2015 ha chiarito che le Casse non devono richiedere agli iscritti alcuna cifra aggiuntiva in quanto "il tasso annuo di  capitalizzazione non puo' essere inferiore a  uno". Pericolo scampato dunque, tuttavia nello stesso decreto si precisa che questa rivalutazione negativa potrà (o dovrà?) essere recuperata sulle rivalutazioni successive.

Leggi tutto...

Iscriviti alla Newsletter mensile

Per ricevere la newsletter di aggiornamento mensile sui temi trattati nel sito
Privacy e Termini di Utilizzo
Per confermare l'iscrizione spuntate il pulsante per l'informativa sulla privacy dopo averla letta e poi cliccate su "Mi iscrivo"

Questo sito utilizza i cookies per agevolare e migliorare la navigazione. Non vengono registrati dati sensibili e personali del visitatore